NEWS

Social

Salmo e Luchè: la guerra dei rapper al tempo di Instagram

salmo
Salmo

C’è un pizzico di caos nel mondo del rap italiano. O meglio, è scoppiata una vera e propria guerra. A suon di post su Instagram, ovviamente. I protagonisti sono il sardo Salmo e il campano Luchè, anche se poi dentro la bagarre sono entrati dentro anche altre figure. Fedez, ad esempio.

La storia comincia quando Salmo decide di pubblicare sul suo profilo un post per festeggiare i suoi ultimi successi professionali. “A 5 settimane dall’uscita MACHETE4 è ancora il disco più venduto in Italia. Playlist dopo 9 mesi è ancora nella top 5. Facile raggiungere la prima posizione, difficile restarci. Funziona così! So che può dare fastidio e chiedo scusa per la sboronata, ma questi sono i due migliori album usciti tra 2018/2019”.

Questo momento di auto-celebrazione non è stato gradito dal collega di Salmo. La risposta di Luchè, infatti, non si è fatta attendere e il rapper napoletano ha espresso il suo disappunto in un altro, lunghissimo, post. “Fratello caro che tu sia un genio del marketing lo sappiamo tutti, ma la musica è un’altra cosa. I tuoi beat sono bruttini, non sei capace di fare un bel ritornello, testi che non dicono un bel niente ma riescono ad essere pieni di retorica, in pratica musica trasse travestita da rivoluzione. Il prodotto perfetto per l’italiano medio ignorante in materia”. Non contento, però, Luchè ha voluto tirare in ballo anche il marito di Chiara Ferragni. “Sei Fedez 2.0, lo stanno capendo tutti”, ha scritto.

E lui, Fedez, non ha resistito e, come la moglie insegna, ha voluto dire la sua con una story su Instagram, che forse è l’aspetto più divertente di tutta questa vicenda. “Bimbi non litigate”, ha detto, “e quando fate la gara a chi ha il pisolino più lungo non mi tirate in ballo. E, soprattutto, iniziate ad avere 40 anni. Dovreste avere altre priorità nella vita. Tipo, farvi controllare la prostata”. Il tutto condito da una scritta: disco di platano.

Come finirà questa battaglia sui social non è dato sapere. Per ora i follower continuano a seguire commenti e frecciatine. E si schierano da una parte o dall’altra.

G. S.

UOL Unione OnLine

Più Visti
Loading...
Caricamento in corso...