NEWS

Il festival

Fine settimana dedicato ai piccoli: al Lazzaretto di Cagliari ecco Sa Ruga

sa ruga foto dietrich steinmetz
Sa Ruga - Foto: Dietrich Steinmetz

Alla sua VII edizione il Festival conferma e rinnova la sua offerta artistica, proponendo gratuitamente sempre elementi originali che riescano a colpire, stupire ed innamorare il suo affezionato pubblico e i nuovi spettatori che ogni anno si avvicinano all'arte di strada curiosi e affascinati.

Nelle precedenti edizioni Sa Ruga è stato ospitato dal quartiere storico di Stampace interamente chiuso al traffico; qui i vicoli e le piazze facevano da splendidi palcoscenici urbani agli spettacoli. Quest'anno, nel rispetto delle normative anti-contagio e per garantire il distanziamento sociale, il festival si sposta in spazi più ampi e approda a Sant'Elia, scegliendo il Lazzaretto come nuova cornice del festival.

Venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 si alterneranno 3 compagnie internazionali di circo contemporaneo e arte di strada che si esibiranno nello splendido scenario del Lazzaretto. Equilibrismo, giocoleria, musica dal vivo, acrobatica e come sempre clownerie stupiranno e allieteranno il pubblico cittadino che come ogni anno partecipa al Festival Sa Ruga con grande attesa e partecipazione.

La capienza degli spettacoli è limitata per questo motivo è necessario riservare il proprio posto e arrivare almeno mezz'ora prima degli spettacoli. Le prenotazioni, aperte al pubblico da lunedì 12 sono state quasi tutte esaurite nelle prime 24 ore, confermando così l'amore del pubblico cagliaritano per il Festival. Sul portale http://festivalsaruga.eventbrite.com si possonoprenotare gli ultimi posti disponibili.

Per garantire la massima sicurezza e la salute di spettatori, artisti e staff, il festival adotterà un protocollo sanitario con misure specifiche contro la diffusione del Covid-19 consultabile e scaricabile nella pagina www.sarugafestival.com. Posti a sedere distanziati, dispositivi di sicurezza e sanificazione degli spazi sono solo alcune delle misure adottate dall'organizzazione, che, con il titolo DEU CI SEU ha voluto anche raccontare l'impegno e la voglia messa in campo, nonostante tutto, dalle realtà culturali e il bisogno sociale di arte e cultura in un momento così complicato

Il festival è organizzato dall'associazione Circo Mano a Mano che dal 2012 si dedica alla diffusione della cultura circense e del teatro di strada nel territorio sardo. Nel 2014 la prima edizione del festival che nasce come una scommessa e si trasforma in un evento attesissimo dalla popolazione cittadina. Dal 2018 inoltre l'associazione porta nella città di Cagliari la magia del primo circo senza animali, offrendo nel periodo natalizio, sotto un meraviglioso tendone, spettacoli di compagnie di circo contemporaneo e abbattendo come da tradizione la barriera del biglietto all'ingresso.

© Riproduzione riservata

UOL Unione OnLine

Più Visti
Loading...
Caricamento in corso...