NEWS

IL PROGETTO

Carpe Diem: Cada Die Teatro trasforma sette detenuti in attori

Detenuti in veste di attori porteranno in scena sette monologhi diretti da Mascia e Piludu
piludu e mascia
Piludu e Mascia

Venerdì 27 maggio alle 15:30 nella Sala Biblioteca del Casa Circondariale di Uta, si chiude la quarta edizione del progetto nazionale "Per Aspera ad Astra_Come riconfigurare il carcere attraverso la cultura e la bellezza", con la messa in scena di "Carpe Diem" curata dal Cada Die Teatro.

Sette detenuti/attori della sezione Allievi di Alta Sicurezza guidati da Pierpaolo Piludu e Alessandro Mascia della compagnia cagliaritana, si metteranno a nudo, raccontando del proprio passato più lontano, quello in cui ancora bambini, forse non immaginavano neanche lontanamente quanto gli avrebbe riservato il futuro.

Un doppio impegno per questi attori speciali, che oltre a superare l'imbarazzo di un'esibizione pubblica, ancor prima hanno dovuto mettersi a nudo, spogliarsi per un momento del presente e tirare fuori dal cassetto della memoria ricordi felici, di amore e accoglienza. Superando vergogne, timidezze, imbarazzi e pudori.

Sono nati così 7 brevi monologhi che compongono un viaggio alla riscoperta del proprio io. Sette racconti scritti dai protagonisti e coordinati nella realizzazione scenica dai due registi Mascia e Piludu.

© Riproduzione riservata

UOL Unione OnLine

    Più Visti
    Loading...
    Caricamento in corso...