PODCAST - NEWS

L'Opinione del 06 Dicembre 2022 - Ore 18: Prevenire è meglio che curare

Scarica

E’ ripartito tutto, dopo la pandemia ...tutto tranne la sanità. O almeno gli effetti non si vedono ancora. Avete provato a prenotare una vista specialistica? A fare uno screening? Un intervento chirurgico programmato? E’ spesso questione di fortuna. Dipende dal momento e dal luogo. Eppure c’è chi sta peggio di noi. Ci sono posti, in tutto il mondo, dove l’assistenza sanitaria è un miraggio, dove la gente muore, dove i bambini non vengono curati.
Per tornare a casa nostra, il Censis nel suo ultimo rapporto ha definito il nostro paese incerto e latente rispetto al futuro. Sanità e sociale, devono ripartire e devono ripartire insieme. Il rapporto medico/paziente e infermiere /paziente per abitanti è diminuito ancora.
Cosi come il PIL. I singoli Paesi da soli non ce la fanno. E’ necessaria una strategia comume, quella che l’UE ha delinato nei giorni scorsi a Bruxelles e fissato in un documento programmatico. Nero su bianco partendo dalla consapevolezza che è necessario migliorare la salute e il benessere delle persone. E che i sistemi sanitari devono essere forti, con una copertura sanitaria univerasle, cioè uguale per tutti.
Terzo punto: necessario lavorare sulla prevenzione: ambiente, clima, sanità animale, economia. Politiche inclusive ed eque. Vale per l’Italia, per tutte le regioni dove spesso la sanità è diversa a seconda della latitudine. Ma vale per tutti i paesi del mondo. Si chiama sanità pubblica. L’approccio deve essere globale, one health come globale sono le emergenze sanitarie: è la lezione che il covid ci ha insegnato.

© Riproduzione riservata



    Più Visti
    Loading...
    Caricamento in corso...