VIDEO - NEWS

“Sanremo arrivo”: Tiziano Ferro dà alcune anticipazioni sulla sua presenza sul palco dell’Ariston

In un'intervista doppia Tiziano Ferro racconta le sue cinque serate a Sanremo, tra canzoni e sorprese Tiziano Ferro si conferma scanzonato e ironico. Ma soprattutto mette in evidenza la sua estrema di comunicare attraverso i social media. É di stamattina, infatti, l’ultimo video pubblicato dal cantante sul suo account Instagram. Una lunga intervista doppia, stile Iene, per rinchiudere il tutto in una semplice definizione esemplificativa, in cui Tiziano Ferro racconta la sua prossima partecipazione al Festival di Sanremo.
Quel che emerge è un Tiziano Ferro molto coinvolto ed emozionato da questa partecipazione sanremese. “Neanche sotto tortura, sincero, avrei creduto di fare tutte e cinque le serate di Sanremo”, ha detto l’artista di Sere Nere. “Sono contento 1997 volte, da quando veramente sogno di andarci”.
Parla di come sarà questa sua esperienza. E, soprattutto del modo in cui starà sul palco dell’Ariston. “Ho due idee. Sicuramente canterò alcuni dei miei successi. Posso dire successi perché ho 40 anni e posso dire successi. E poi il festival compie 70 anni, 40 dei quali nella mia vita quindi vorrei rendergli omaggio. Vorrei cantare alcune canzoni che hanno fatto il mio Sanremo. Canzoni che sono entrate nella mia vita direttamente dalle porte del teatro Ariston. Mi fido del santo che da 70 anni protegge i cantanti pop”, ha dichiarato con un sorriso.
E tra le varie canzoni che hanno fatto il Sanremo del cantante di Latina c’è anche Mia Martini: “non c’è niente come lei che guardava la galleria dell’Ariston mentre ci gridava addosso Almeno tu nell’universo e noi le credevamo tutti”. E c’è anche il signor Volare, Modugno. “Camminando di fronte al museo dei Grammy, ho visto il suo nome inciso su una stella di marmo sul pavimento e mi sono emozionato e sentito orgoglioso” - e Tiziano Ferro comincia a tenere il ritmo della canzone, insieme al suo alter ego che gli fa la eco.
I ricordi continuano. E si mescolano nell’aria che ripercorre tutti questi 70 anni di musica italiana. “Ricordo bene l’edizione del 1998 con Massimo Ranieri e “Perdere l’amore”. Lui termina la sua prima esibizione e il salotto di casa mia cade nel silenzio più assoluto. Mio padre dice “questo vince”. Io quel giorno pensai che volevo essere come lui”. Confessioni che si confondono con le memorie di un bambino, ormai cresciuto, che sognava da grande di fare il cantante.
Musica ma non solo. Gli obiettivi di Tiziano Ferro per il prossimo Sanremo sono diversi e variegati. “Presenterò un progetto completamente nuovo. Un documentario. un progetto sul quale lavoro da anni, che uscirà a giugno. Un’esclusiva per Prime Video che mi racconta alla luce dei quarant’anni e che nasce dall’urgenza di dire qualcosa più di me”.
Insomma, saranno tante le novità e le sorprese. E questa è solo un’anticipazione. Per il resto quel che è certo è che “sarà una figata”.
G. S.

© Riproduzione riservata


UOL Unione OnLine

Più Visti
Loading...
Caricamento in corso...